6 errori da evitare quando scrivi il Business Plan del tuo ristorante

by BPlan Center, gennaio 12, 2018



Se stai seriamente pensando di aprire un ristorante, dovrai redigere un business plan formale e accurato da mostrare a banche, investitori, e addirittura potenziali dipendenti.
Diciamocelo: scrivere un business plan formale non è esattamente un gioco da ragazzi. Per farlo bene servono tempo, impegno, conoscenze e passione. Ma se aprire un ristorante è il tuo obiettivo, un business plan è uno dei primi passi per realizzarlo.

 

 

La verità è che il 26% dei ristoranti falliscono entro il primo anno, il 60% entro i primi tre. Se vuoi essere nel 14% di chi ce la fa, avrai bisogno di essere preparato a gestire il tuo ristorante un bel po’ di tempo prima che le sue porte si aprano. Con un business plan puoi impostare una visione chiara del tuo ristorante e del suo percorso verso il successo.

 

Sfortunatamente, sono tanti gli errori che si possono facilmente fare quando scrivi il tuo primo business plan. Per evitarli, dai un’occhiata ad alcuni di questi grandi sbagli che molti sono soliti fare mentre scrivono il business plan del loro ristorante e ad alcuni consigli su come evitare di farli anche tu.

 

Errore #1: Impegnarti al minimo

 

Il business plan del tuo ristorante non è la ricerca su una materia che non ti interessa che ti danno da fare a scuola. È un documento importante. Per questo, non puoi rimandarne la stesura fino all’ultimo, scrivere qualcosa in fretta ed aspettarti dei buoni risultati.
Gli investitori seri riconoscono un business plan strutturato male, quando ne vedono uno. Hanno guadagnato i loro soldi perché sanno quali tipi di business (e di business leader) portano profitto e quali no. Se guardando il tuo business plan vedranno che non ti ci sei impegnato molto, ti metteranno alla porta ridendo – com’è giusto che sia.

 

Il business plan del tuo ristorante è la chiave per aprirne le porte. Se sai di voler gestire un ristorante, dimostralo.
Trova le informazioni necessarie. Individua i tuoi concorrenti. Analizza i tuoi numeri. Fai tutto ciò che serve a tirarne fuori un business plan dettagliato.
Dà mostra del tuo impegno e ne verrai ricompensato. Se non lo fai, il tuo ristorante potrebbe non venire mai inaugurato.

 

Errore #2: Essere troppo noioso e arido

 

Le persone che leggono il tuo business plan non hanno tutto il giorno. La cosa migliore è andare dritti al punto e rendere la lettura interessante. Ricorda – aggiungere parole non sempre vuol dire migliorare il lavoro!
Butta dentro qualche immagine per rendere il tuo business plan chiaro ed appassionante. Alcune idee potrebbero essere:

 

  • Foto-ritratti dei leader del team
  • Logo del ristorante
  • Foto dell’ambiente e/o del design scelto
  • Bozza del menù
  • Mappe per mostrare la tua posizione, anche rispetto ai competitor
  • Materiale pubblicitario esistente o in cantiere
  • Diagrammi e grafici per spiegare i numeri visivamente

 

Se consegni un business plan arido, i potenziali investitori faranno di tutto per finire di leggerlo prima dell’incontro successivo o della pausa pranzo. Ciò significa che probabilmente salteranno dettagli importanti, soprattutto se questi sono nascosti in discorsi eccessivamente elaborati.
È fondamentale mettere subito tutti i dettagli a disposizione degli investitori, in maniera intrigante. Ricorda, è un essere umano a leggere il business plan. Sii chiaro, conciso, va dritto al punto e te ne sarà grato.

 

Errore #3: Non sottolineare il tuo vantaggio competitivo

 

Cosa rende speciale il tuo rispetto al milione di ristoranti sparsi in tutto il mondo? E, ancora più importante, che cosa ti fa spiccare tra gli altri ristoranti del tuo paese, della tua città, della tua zona?
Risposta: il tuo vantaggio competitivo. Se non ne hai uno, i clienti non avranno nessun motivo per scegliere il tuo ristorante e non uno della concorrenza.

 

Oltre a spiegare il tuo vantaggio competitivo, il tuo business plan dovrebbe avere un’intera sezione completamente dedicata a un’analisi dei competitors. Quest’analisi dovrebbe includere come intendi differenziarti dagli altri ristoranti, che sia attraverso piatti del menù, concept, prezzi, location, atmosfera o tattiche manageriali.

 

Qualunque sia il tuo vantaggio competitivo, assicurati che sia giustificato, in evidenza, e molto difficile da mettere in dubbio. Questo prenderà un po’ di tempo, ma il vantaggio competitivo è quello che sosterrà il tuo ristorante più di qualsiasi altra cosa.

 

Errore #4: Trascurare l’executive summary

 

L’executive summary fa da fondamenta per l’intero business plan, e il business plan fa da fondamenta per il tuo ristorante.
Quindi, perché non prendersi un po’ di tempo per comporre un executive summary fatto bene? Cogli questa opportunità che hai di attirare l’attenzione dei lettori, mostra loro che sei appassionato e che conosci il settore, e cosa vuoi fare con il tuo business.

 

L’executive summary dovrebbe contenere la tua mission, i punti chiave della tua idea, il tuo vantaggio competitivo, quello che un lettore più attento si aspetterebbe di trovare in rilievo leggendo l’intero business plan.
Se non riesci a catturare l’attenzione con l’executive summary, o se il tuo è lì semplicemente come formalità, avrai sprecato una grande occasione per interessare gli investitori.
Come dicono le immortali parole di Eminem: “You only get one shot”. Ben detto.

 

Errore #5: Sottovalutare il valore del marketing

 

Nella sezione marketing del tuo business plan, non scrivere semplicemente un budget e la tua intenzione di ricorrere ai social media.
Il marketing è lo strumento per far conoscere il tuo vantaggio competitivo ai tuoi potenziali clienti e a quelli che già hai. Prendi in considerazione, nella sezione marketing, di dover rispondere a tutte le seguenti domande:

 

  • Sarà previsto un programma fedeltà per i clienti abituali?
  • Hai intenzione di prendere parte a eventi di beneficienza o di sponsorizzazione?
  • Ricorrerai ad un’agenzia di public relations e/o al notiziario locale?
  • Hai in programma di farti pubblicità attraverso Google AdWords, i social media, o altre piattaforme digitali a pagamento? E per quanto riguarda la pubblicità stampata?
  • Hai o hai in mente di creare un sito web del ristorante?
  • Userai il POS del ristorante per tenere un database che categorizzi la clientela e registri il comportamento e le abitudini di spesa dei tuoi ospiti?

 

Ricorda, il marketing non serve solo a far arrivare i clienti, ma anche a farli tornare.
Abbi un piano che faccia leva sul vantaggio competitivo con strategie di marketing moderne e creative, e gli investitori saranno impressionati.

 

Errore #6: Inventare i valori prospettici

 

Niente fa arrabbiare di più gli investitori che vedere numeri senza fondamento. Se scrivi semplicemente che alla fine del primo anno avrai conseguito €1 milione di fatturato, i lettori vorranno sapere perché.
Gli investitori vorranno conoscere le tue proiezioni, i margini di guadagno, le spese per il personale, i costi fissi e variabili, e così via. Senza una chiara configurazione dei cash flow attesi, gli investitori non faranno certo a gara per finanziarti.
Prenditi tutto il tempo necessario per prevedere ricavi e costi il più accuratamente possibile. Questi numeri possono basarsi su standard del settore, su documenti storici o su numeri di un altro ristorante in cui lavori. Non serve essere un esperto di finanza – ma non sarebbe una cattiva idea consultarne uno, se questo significa procurare fondi per il tuo business.

 

Creare il business plan perfetto per il tuo ristorante

 

Nonostante questi errori possano essere semplici sviste del tuo primo business plan, è importante ricorrere alle proprie capacità per evitarli. Questo documento può permetterti di aprire la tua attività, ma quando non gli vengono date l’attenzione, l’impegno o le risorse che merita, potrebbe ritardare l’inaugurazione del tuo locale a data da destinarsi. Impiega il tempo, l’impegno e le risorse necessari nello sviluppo del business plan del tuo ristorante e ne raccoglierai presto i frutti.

 

Ricorda, questo business plan non è solo per le banche e gli investitori; è per te. Scrivere un business plan è un modo utile per rendere l’idea che hai del tuo nuovo ristorante più chiara e per tracciarne la strada verso il successo. Ci saranno sempre imprevisti lungo la via, ma scrivere un solido e ben studiato business plan aiuterà ad assicurarti che ti stia muovendo nella direzione giusta.

 

 

Leggi anche: GUIDA AL BUSINESS PLAN